Esposizione di farmaci pericolosi nelle cure sanitarie

Esposizione di farmaci pericolosi nelle cure sanitarie


L'uso di droghe pericolose (ad esempio, farmaci per il trattamento del cancro, così come alcuni farmaci antivirali, ormonali e di bioingegneria) può essere dannoso per gli operatori sanitari e coloro che possono essere esposti a tali farmaci pericolosi sul posto di lavoro. Circa 8 milioni di operatori sanitari statunitensi possono essere esposti a farmaci pericolosi, tra cui farmacie e personale sanitario, medici, personale di sala operatoria, personale di servizio ambientale, personale di laboratorio di ricerca, personale sanitario veterinario e personale di trasporto e ricezione.


L'esposizione a farmaci pericolosi può avere effetti negativi sulla salute degli operatori sanitari. In effetti, studi hanno dimostrato che l'esposizione sul posto di lavoro a farmaci pericolosi può causare effetti sulla salute acuti e cronici come eruzioni cutanee, esiti riproduttivi avversi (tra cui infertilità, aborto spontaneo e malformazioni congenite), nonché possibili leucemia e altri tumori.

I rischi per la salute dipendono dall'esposizione dei lavoratori a questi farmaci e dalla loro tossicità. I lavoratori sono protetti da droghe pericolose attraverso controlli tecnici e amministrativi e adeguati dispositivi di protezione.